Il giapponese ormai ha raggiunto ogni angolo della città. Se è difficile trovare una buona trattoria meneghina, a Milano, non faticherai mai a trovare un buon sushi (questi i miei all you can eat preferiti). E questo ha spinto a provare differenti forme e versioni. Dal nippo-brasiliano, all’all you can eat, al tradizionale gourmet, al temaki di Itashi. Ma da Siciliano sono rimasta stupita! Sicilia e Giappone insieme? Sì, è possibile!

Su Instagram avrai già visto le foto degli uramaki, e in molti mi avete chiesto informazioni. Voglio spiegarti meglio quindi come e cosa si mangia da Siciliano.

La risposta è tutta in questa foto, fiore all’occhiello del ristorante. Un accostamento azzardato dirai: gambero rosso di Mazara del Vallo e passion fruit? Eppure meravigliosamente riuscito. Il gambero è godurioso anche nella tartare, nei nigiri e nei gunkan.

Un’altra geniale novità sono gli uramaki di carne. La variante con bresaola e tartare di wagyu con crema di mango e avocado è delicatissima, mentre gli uramaki dei Nebrodi, con lardo e pistacchio, hanno un sapore più deciso, sicuramente unico.

L’ambiente? Caldo e piacevole. Più siciliano che giapponese, senza dubbio! Il prezzo? Onesto. Non ci si discosta molto da Temakinho. La qualità del pesce è ottima. Che aspetti?

Siciliano (NB: Siciliano Navigli non propone sushi)
Corso Garibaldi, 26
Lunedì chiusura
Martedì – Domenica: 12.00 – 15.30 / 19.00 – 24.00