Author:

Carlotta Agarla

Carlotta, classe '96, capelli ingestibili e cuffiette sempre nelle orecchie. Viene da un paesino delle risaie novaresi tanto sperduto quanto la sua sede universitaria, ovvero la famigerata Via Noto, dove studia Storia e Critica dell'arte. Iperattiva di natura e a tratti spericolata, non riesce a stare nello stesso posto per troppo tempo e a fare meno di andare alla scoperta dei piatti più insoliti (soprattutto i dolci) . Le sue attività preferite sono stonare ai concerti, vestirsi di giallo, rinchiudersi nei musei, fare merenda e sperare in uno scudetto dell'Inter. In attesa di un ingaggio al Musee D'Orsay, è pronta a farvi salire sulla sua macchina del tempo alla scoperta della vecchia Milano.

Nell'immaginario collettivo si può riconoscere un Milanese Doc per la sua innata capacità, o meglio, esigenza di arrivare sempre puntuale. Tuttavia questa sua dote viene meno con l'arrivo di una delle feste più amate della città di Milano: il Carnevale Ambrosiano. Quando il resto dei suoi connazionali è pronto a dar tregua alla sua glicemia e al suo colesterolo per iniziare la Quaresima, il Milanese arriva con quattro giorni di ritardo. Il Rito ambrosiano infatti, al contrario di quello romano, sancisce l'inizio della Quaresima non il Mercoledì delle Ceneri, ma la Domenica successiva. Dietro a questo ritardo, come sempre, non si poteva nascondere altro che una leggenda: andiamo alla scoperta della storia del Carnevale Ambrosiano!

...
Sicuramente a tutti è capitato di passeggiare lungo corso di Porta Romana, ma credo che nessuno abbia mai pensato come potesse essere prima dell’arrivo dei locali, dei ristoranti, dei parcheggi sempre pieni e delle Terme di Milano. Ecco, oggi vorrei introdurvi in un’atmosfera diversa, vorrei che per un momento chiudeste gli occhi e immaginaste di sentire i rumori delle carrozze passare sui ciottoli anziché quello dei clacson e delle auto, di incontrare uomini dagli alti cappelli e buffi baffi che passeggiano con in mano il bastone, a fianco della loro dama dai gonfi vestiti. ...