È primavera, le giornate si allungano e torna (o aumenta) la voglia di pedalare. Il fenomeno delle vecchie ferrovie trasformate in ciclovia sta crescendo sempre di più, non solo in Italia, ed è un bel modo per rivalutare luoghi meno conosciuti e favorire il turismo ecosostenibile. In questo articolo abbiamo deciso di raccontarvi 3 itinerari cicloturistici, nati sulle vecchie linee ferroviarie, per esplorare la Lombardia in bici.

LOMBARDIA IN BICI: 3 ITINERARI CICLOTURISTICI LUNGO LE VECCHIE FERROVIE

CICLOVIA DELLA VAL BREMBANA

La ciclovia della Val Brembana è una delle nostre preferite: il panorama lungo tutto il percorso è mozzafiato e non ci sono salite impegnative, quindi è più facile godersi la vista e il percorso. Partite dalla Stazione Centrale di buon mattino e caricate la vostra bici su un treno regionale diretto a Bergamo. Il percorso vero e proprio inizia ad Almè, una piccola frazione raggiungibile in bicicletta da Bergamo pedalando all’interno del Parco dei Colli, ed è lungo circa 24 km asfaltati e per lo più pianeggianti (il dislivello è di 200 m, perfetto anche per i meno allenati).

La ciclovia è stata costruita sulla vecchia linea ferroviaria che collegava Bergamo a San Pellegrino. Si pedala lungo il fiume Brembo: ci sono ancora le piccole stazioni e il percorso passa all’interno delle vecchie gallerie, veri e propri tunnel scavati nella roccia. Fermatevi a San Pellegrino, dove potrete assaggiare la famosa acqua direttamente da una fontanella lungo il percorso e fermarvi per una pausa caffè nel centro storico. Noi vi consigliamo la pasticceria Bigio per provare il biscotto tipico della città: un frollino a forma di mezzaluna fatto con la stessa ricetta dal 1934. Superata San Pellegrino la ciclovia prosegue verso Piazza Brembana, attraversando gallerie bellissime (e fresche!) che si illuminano al passaggio dei ciclisti, torrenti e paesini deliziosi. Per una sosta, appena prima della fine del percorso potete raggiungere con una piccola deviazione l’agriturismo Ferdy Wild a Lenna.

Lombardia in bici: Ciclovia della Val Brembana
Lombardia in bici: la Ciclovia della Val Brembana – © Ilaria Fiorillo

Partenza: Almé (BG) – Arrivo: Piazza Brembana (BG) – Lunghezza: 24 km – Dislivello: 200 m – Tempo di percorrenza: 2 ore – Difficoltà: facile.

CICLOVIA DELLA VALLE OLONA

Siamo in provincia di Varese, in una delle valli più belle della Lombardia: la Valle Olona, territorio ricco di storia e natura. La ciclabile della Valle Olona è stata realizzata nel 2010 seguendo i binari di una vecchia ferrovia, ed è lunga circa 20 km completamente pianeggianti e su strada per lo più asfaltata (attenzione con le bici da corsa: alcuni tratti di percorso sono su sterrato). La ciclovia si può percorrere in entrambi i sensi di marcia, ma vi consigliamo di partire da Castellanza (VA), raggiungibile in treno da Milano in mezz’ora, e seguire il percorso verso Castiglione Olona.

I primi chilometri sono su strade locali, ma il bello arriva quando la ciclovia intercetta i vecchi binari e si immerge nel verde della valle. Il panorama è stupendo, soprattutto in primavera, e si pedala che è un piacere! Giunti a destinazione non potete non visitare il bel borgo medievale di Castiglione Olona. Perdetevi tra le stradine lastricate di ciottoli e salite alla Collegiata, da cui si gode di un panorama bellissimo sulla valle. Non mancano diversi posticini dove fare una pausa pranzo o una dolce merenda prima di rimettervi in sella. Se siete ancora in forze, a due passi c’è il Piccolo Stelvio: una salita storica, faticosa ma molto bella. Per il rientro recatevi alla stazione di Castiglione Olona da cui partono diversi treni diretti a Milano.

Ciclovia della Valle Olona
Lombardia in bici: la Ciclovia della Valle Olona – © Ilaria Fiorillo

Partenza: Castellanza (VA) – Arrivo: Castiglione Olona (VA) – Lunghezza: 20 km – Dislivello: pianeggiante – Tempo di percorrenza: 2 ore – Difficoltà: facile.

GREENWAY VOGHERA – VARZI

La ciclopedonale Voghera-Varzi è una delle ultime ex ferrovie trasformate in ciclabili della Lombardia: un percorso di circa 35 km per lo più pianeggiante (il dislivello totale è di circa 200 m) e su strada asfaltata, perfetta per pedalare! La partenza è a Voghera, raggiungibile in treno da Milano in circa un’ora, mentre la destinazione finale è il delizioso borgo di Varzi. L’itinerario può comunque essere percorso in entrambi i sensi. Il percorso è perfetto per una giornata all’aria aperta alla scoperta dell’Oltrepò Pavese e dei suoi prodotti tipici. Lungo la ciclabile ci sono infatti sono tantissimi punti di interesse a livello paesaggistico, storico e gastronomico.

Meritano sicuramente una deviazione il castello di Montesegale e quello di Nazzano, oltre alla torre pentagonale (una delle poche in Europa) di Rivazzano. Da assaggiare (e da portare a casa) i vini DOC e DOCG dell’Oltrepò, oltre a salumi e formaggi del territorio come il salame di Varzi DOP. Per una sosta gastronomica vi consigliamo il Casello, in località Retorbido: un “bicigrill” a gestione familiare costruito proprio in una delle vecchie stazioni. Chi decide di percorrere la ciclabile in primavera avrà la fortuna di pedalare tra i campi di lavanda in fiore: per sentirne il profumo più da vicino, consigliamo una deviazione verso la Fattoria Cabanon, che tra l’altro produce degli ottimi vini.

Lombardia in bici: Greenway Voghera Varzi
Lombardia in bici: Greenway Voghera-Varzi – © Angelo Lisco

Partenza: Voghera (PV) – Arrivo: Varzi (PV) – Lunghezza: 35 km – Dislivello: 200 m – Tempo di percorrenza: 3h30 min – Difficoltà: media – Info: qui.

Questi sono i nostri itinerari preferiti per esplorare la Lombardia in bici lungo le vecchie linee ferroviarie. Se preferite rimanere in città, date un’occhiata all’articolo sulle piste ciclabili per scoprire Milano in bici, mentre nella sezione fuori porta del blog trovate tante idee per le vostre gite.