Milano è una città dispendiosa dal punto di vista economico. Per questo, abbiamo pensato di darvi tante idee su cosa fare a Milano gratis, di tutti i tipi! Alla scoperta dei murales di Milano, delle bellissime (e fresche) chiese, ma anche di centri culturali e di parchi meno conosciuti, di piste ciclabili e cortili segreti, circoli culturali ed eventi. Ecco tutti i nostri spunti su cosa fare a Milano gratis!

COSA VEDERE E COSA FARE A MILANO GRATIS

COSA VEDERE A MILANO GRATIS

Alla scoperta della Street Art

cosa fare gratis a Milano: street art a Quarto Oggiaro
Fiori a Quarto Oggiaro – © Francesca Noè

Milano è una città ricchissima di murales e opere di street artist famosi. Abbiamo un vero e proprio museo a cielo aperto, che si snoda in tutti i quartieri e ovviamente permette di godersi Milano gratis! Un’occasione per vivere e vedere la città nella sua veste alternativa e undergroung. Sul blog c’è un itinerario di street art per vedere alcune opere in una giornata, ma anche un pezzo su via Magliocco, su alcune opere imperdibili a Milano e su Millo. Ma la cosa più bella, secondo noi, è proprio andare a cercare le opere e scoprirle!

Le Chiese di Milano

Santa Maria presso San Satiro
Il coro del Bramante nella Basilica di Santa Maria presso San Satiro – © Francesca Noè

Milano non è famosa per le chiese, ma vi assicuriamo che molti degli edifici di culto della città sono vere chicche da scoprire. La bella notizia? Ad eccezione del Duomo, tutte le chiese di Milano sono ad ingresso gratuito. Non possiamo che consigliarvi di visitare la splendida Santa Maria presso San Satiro, con il bellissimo trompe l’oeil del Bramante a riprodurre un finto coro. In Corso Magenta, non perdetevi gli affreschi di scuola leonardesca della Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore. L’imponente Basilica di Sant’Ambrogio, oltre ad essere una delle chiese più antiche di Milano, è anche un perfetto esempio di romanico lombardo perfettamente conservato. La piccola chiesa di San Bernardino alle Ossa è invece nota per il suo ossario: nato addirittura prima della chiesa stessa, serviva ad accogliere le ossa dei lebbrosi defunti del vicino ospedale; perfetta se amate le atmosfere un po’ creepy.

I quartieri “segreti” di Milano

Il Villaggio di via Lincoln
Il Villaggio di via Lincoln – © Francesca Noè

Ci sono dei quartieri, a Milano, che sono davvero particolari e caratteristici. I più iconici sono il Villaggio di via Lincoln con le sue casette colorate, di cui trovate i dettagli cliccando sul link, e le case a igloo della Maggiolina. Passate per Villa Mirabello, una vecchia cascina del Quattrocento, un tempo abitata da alcune delle famiglie più importanti di Milano e ora sede di una casa di riposo, per poi andare in via Lepanto. Qui troverete delle case particolarissime, a forma di igloo, che negli anni ’40 erano state costruite come dei veri e propri funghi! Negli anni ’60 hanno assunto invece la connotazione che vedete ora. Preparatevi ad immergervi in una atmosfera quasi irreale e a sentirvi per qualche minuto fuori Milano!

Il Centro Culturale Buddista Ikeda

Cosa vedere a Milano gratis: il centro culturale buddista Ikeda
Cosa vedere a Milano gratis: il centro culturale buddista Ikeda – © Ph Beppe Raso – www.theplan.it

Non siamo a Milano, ma a Corsico. Con il passante ferroviario S9 e una passeggiata di venti minuti potete raggiungere Ikeda, il più grande centro buddista europeo. Inserito nel complesso rurale della Cascina La Guardia di Sopra, una delle più antiche e belle cascine rinascimentali dei Visconti, è aperto a tutti e non vincolato a studiosi e fedeli. Il progetto risale al 2014, con l’intento di ridare alla città uno spazio nuovo strappandolo al degrado e soprattutto creare: “Un centro dove la Pace partisse dall’esempio di azioni compiute”.

Musei gratis la prima domenica del mese e altre facilitazioni

Cosa fare a Milano gratis: Pinacoteca di Brera
La Pinacoteca di Brera – © Francesca Noè

Anche Milano partecipa all’iniziativa del Ministero dei Beni Culturali che prevede l’ingresso gratuito in tutti i musei civici ogni prima domenica del mese. Non tutti sanno, però, che si può accedere gratuitamente ad alcuni di questi siti anche il primo e il terzo martedì del mese, dalle ore 14. La lista comprende luoghi simbolo dell’arte milanese, come il Museo del Novecento, la Galleria d’Arte Moderna e la Pinacoteca di Brera. Per i più piccoli – ma non solo – il Museo Civico di Storia Naturale l’Acquario Civico sono mete imperdibili a Milano. Nella lista rientrano anche la visita alle Gallerie d’Italia e – con prenotazione obbligatoria – il Cenacolo Vinciano. Per tutte le informazioni vi consigliamo sempre di visitare il sito dedicato all’iniziativa.

Un giro nella Milano Liberty

Cosa fare a Milano gratis: Casa Galimberti
Cosa fare a Milano gratis: Casa Galimberti – © Francesca Noè

I palazzi in stile Liberty sono una delle perle della nostra città. Io amo via Malpighi con Casa Galimberti, ma non è di certo l’unica a Milano ad avere palazzi meravigliosi. Qui trovate qualche consiglio, per fare una passeggiata diversa dal solito e godervi un po’ di architettura e bellezza.

I Cortili e i palazzi intorno a Palestro

Cosa fare a Milano gratis: i fenicotteri di Villa Invernizzi
Cosa fare a Milano gratis: i fenicotteri di Villa Invernizzi – © Francesca Noè

A due passi da Palestro c’è un nugolo di vie da non perdere: via Cappuccini, via Mozart, via Vivaio. Iniziate sbirciando dalle inferriate di Villa Invernizzi: troverete i famosissimi fenicotteri rosa di Milano, tappa immancabile con gli amici che vengono da fuori. Continuate nella via e all’angolo con via Vivaio c’è l’incredibile Palazzo Berri Meregalli, di cui potete leggere meglio qui.

I Musei, gli spazi espositivi e le Case Museo

Milano gratis: Pirelli Hangar Bicocca
I sette palazzi celesti, Anselm Kiefer, 2004 – © Flaminia Delicato

C’è davvero l’imbarazzo della scelta all’interno del panorama museale milanese. Se volete approfittarne senza aprire il portafoglio, la città offre moltissimi siti ad ingresso gratuito, sempre. La Casa Museo Boschi di Stefano, oltre ad essere un gioiello architettonico, custodisce una collezione incredibile di opere del Novecento. A pochi passi da via Torino, lo Studio Museo Francesco Messina raccoglie l’eredità dell’artista all’interno di una chiesa sconsacrata. Se siete appassionati di storia, non perdetevi il Museo del Risorgimento, mentre se preferite la letteratura potete visitare lo Spazio Alda Merini, dedicato proprio alla poetessa. Palazzo Morando ospita la collezione Costume Moda Immagine, una splendida raccolta di abiti d’epoca. Il nostro cuore, però, batte per il Pirelli Hangar Bicocca, uno degli spazi più rappresentativi dell’arte contemporanea a Milano.

I cortili di Milano

ingressi di milano palazzo luraschi
Palazzo Luraschi – © Francesca Noè

Ingressi e cortili di Milano sono un gioiello. Anche se purtroppo è solo durante iniziative come Cortili Aperti o il Fuorisalone che è davvero possibile visitarli tutti, io spesso cammino con un’attenzione particolare e butto un occhio: soprattutto in centro e durante la mattinata, potrete spiare dai portoni aperti e vi si aprirà un incanto. Se non sapete da dove cominciare, ecco 5 ingressi di Milano davvero imperdibili!

I palazzi di Milano

Cosa fare a Milano gratis: Casa degli Omenoni
Cosa fare a Milano gratis: Casa degli Omenoni – © Francesca Noè

Si dice che Milano è da vedere con gli occhi all’insù. In effetti vantiamo palazzi storici incredibili e non è raro stupirsi davanti a tanta bellezza: date un’occhiata a quest’articolo, in cui ve ne consigliamo cinque! Altri posti da non perdere: Casa degli Omenoni, il Palazzo della Banca d’Italia, Castello Cova, Casa Manzoni.

Un giro a fare foto

Milano gratis: cortile degli artisti
Il cortile degli artisti – © Francesca Noè

Avete la passione per la fotografia? Un’attività per godersi Milano gratis e fare qualcosa che ci piace è scovare i posti più belli da fotografare in città, gli scorci con i migliori tramonti (in questo post di Instagram vi dico i miei preferiti!), i luoghi nascosti e meno conosciuti. Qui trovate qualche idea!

Cinque vie e vecchia Milano

Le Cinque Vie
Le Cinque Vie – © Francesca Noè

Milano è una città vitale, in cui si slanciano nuovi grattacieli e ricca di ampie vie. Ma il fascino della Vecchia Milano si può ancora respirare in alcune zone: una delle più belle, per me, è costituita dalle Cinque Vie (Via Santa Maria, Via Santa Maria Podone, Via Santa Maria Fulcorina, Via Bocchetto, Via del Bollo). Questa è la zona che rende merito alla fama di “bellezza nascosta” di cui gode Milano. Non perdetevi in zona o nelle immediate vicinanze: la Cappella della Beata Vergine dei Miracoli, la Casa degli Atellani (ve la racconto qui: l’ingresso è a pagamento, ma potete sbirciare per guardare l’incredibile cortile), piazza San Sepolcro, il palazzo della Borsa con il dito medio di Cattelan, piazza Borromeo. Un consiglio per un pranzo qui? Da Zero.

Mercatone dell’Antiquariato sui Navigli

Cosa fare a Milano gratis: Mercato dell'Antiquariato
Cosa fare a Milano gratis: un giro al Mercato dell’Antiquariato – © Francesca Noè

A Milano per gli amanti dell’Antiquariato o dei mercati in cui scovare chicche vintage per la propria casa c’è un appuntamento fisso l’ultima domenica del mese: il Mercatone sul Naviglio Grande. È un percorso di quasi 2 chilometri affacciato sul canale con più di 380 espositori, in cui due vie (via Corsico e via Paoli) sono dedicate al vintage di qualità. Comprare non è sicuramente gratis, ma io penso di non aver mai comprato nulla e di essermi comunque sempre divertita molto a passeggiare in mezzo a oggetti bellissimi.

I chiostri di Milano

Ci sono pochi luoghi che vantano il fascino dei chiostri: la sorpresa di ritrovarsi, durante la visita ad un edificio, in uno spazio che guarda verso il cielo è davvero impagabile. Se volete rifugiarvi in queste oasi di tranquillità, vi consigliamo assolutamente il delizioso Chiostro delle Rane, all’interno del complesso di Santa Maria delle Grazie. Più vivaci, ma ugualmente affascinanti, anche i chiostri di due università milanesi meritano la visita: i Chiostri dell’Università Cattolica, progettati dal Bramante, e l’immenso Chiostro dell’Università Statale, particolarmente animato durante il Fuorisalone.

Le biblioteche di Milano

Biblioteche a Milano
La Sala Maria Teresa della Biblioteca Braidense – © Flaminia Delicato

A Milano non mancano certo le biblioteche, salvezza per gli studenti e oasi per chi ama leggere. Alcune di loro, però, sono anche dei veri e propri gioielli da visitare – ovviamente gratis! Noi vi consigliamo caldamente la Biblioteca Braidense e la meno conosciuta Biblioteca Umanistica dell’Incoronata. Se volete scoprire tutte quelle che meritano, a nostro parere, una visita, date un’occhiata qui.

Rinascente e terrazza con vista sui Tetti del Duomo

I Grandi Magazzini di Milano sono la scelta giusta durante una giornata di brutto tempo, per volare con la fantasia e immergersi nel bello. Certo, comprare non è gratis, ma salire fino all’ultimo piano e godere della vista sui Tetti del Duomo sì! Io ci andavo sempre da piccola, con la mia mamma, ma adesso ci passo sempre davanti dandola per scontata: la Rinascente può essere comunque sempre una buona idea per svagarsi un po’.

Cimitero Monumentale

Cosa fare a Milano gratis: il Cimitero Monumentale
Cosa fare a Milano gratis: il Cimitero Monumentale © Francesca Noè

Il Cimitero Monumentale viene spesso definito come un museo a cielo aperto, e noi non potremmo essere più d’accordo. Questo enorme spazio in cui regnano silenzio e tranquillità custodisce infatti delle vere e proprie opere d’arte realizzate per celebrare grandi personalità milanesi. Potete scoprirlo in autonomia oppure prenotando una visita guidata gratuita tramite il Comune di Milano.

COSA FARE A MILANO GRATIS: DIVERTIMENTO E CULTURA

Spazio Germi, luogo di contaminazione

Uno spazio culturale che gira attorno a musica e libri, o libri che parlano di musica. Manuel Agnelli, frontman degli Afterhours, ha regalato a Milano un punto fermo in cui incontrare artisti e partecipare a workshop e laboratori artistico-culturali. Un luogo che merita una visita già di per sé, ma che diventa interessante grazie ai numerosi eventi che lo animano, a volte gratuiti: consultate la pagina Facebook per vedere la lista completa.

Partecipare agli eventi in libreria, ma non solo

Caffè e librerie si animano tutto l’anno di presentazioni ed eventi, incontri tra lettori e con gli autori, ma non solo. Dai bellissimi caffè letterari di Milano, cui aggiungiamo Colibrì e la sua selezione di eventi, passando per le grandi catene e arrivando a realtà incredibili e diverse dal solito. Come la coraggiosa Biblioteca Sociale Espinasse, un appartamento confiscato alla criminalità e reso una biblioteca per la comunità, con eventi e incontri, e l’obiettivo di migliorare un quartiere particolare. E la Kasa dei Libri, un appartamento dedicato alla cultura, con l’obiettivo di diffondere la lettura senza annoiare. Siete curiosi? Fissate un appuntamento (mostre@lakasadeilibri.it) ed entrate in questi tre piani di libri vissuti e racconti, per un pomeriggio fuori dal comune.

Visitare il giardino di Villa Necchi

La piscina di Villa Necchi Campiglio
La piscina di Villa Necchi Campiglio – © Edison

Villa Necchi Campiglio è un pezzo di Vecchia Milano rimasto intatto nel tempo: se la visita della casa è a pagamento, l’ingresso nello splendido giardino è libero e gratuito. Una oasi di pace in pieno centro, in cui fermarsi a leggere un giornale seduti in riva alla piscina. All’interno del giardino troverete un bar e un ristorante, se volete godervelo a pieno. Quando entrate, passerete per la cassa: dite esplicitamente che vorreste solo vedere il giardino o andare al bar.

UESM e gli scacchi: i giochi della mente

Forse non tutti sanno che a Milano esiste un luogo che racchiude tantissime associazioni che mettono al centro i giochi da tavolo, ma anche gli scacchi, la dama, il go. Volete passare una giornata diversa con i vostri amici o, magari, conoscere persone nuove? In via Sant’Uguzzone trovate UESM (Università Europea degli Sport della Mente), ma anche la Scacchistica Milanese (il circolo scacchistico più antico di Milano). L’associazione si definisce “uno spazio di gioco libero per creare l’ambiente accogliente di una vera casa per tutte le associazioni ludiche milanesi che non sanno dove incontrarsi”: un luogo dedicato ai giochi della mente, uno spazio piacevole per passare una giornata o serata diversa dal solito all’insegna del divertimento.

Partecipare a una serata estiva gratuita al Magnolia o al Carroponte

Il Magnolia e il Carroponte, con i propri grandi spazi all’aperto, regalano a Milano in estate una serie di eventi e iniziative davvero divertenti e interessanti. Al Carroponte potete ammirare le stelle il 10 agosto insieme ai – pochi ma tanti – rimasti a Milano, partecipare alla festa dedicata alla Spagna il 27 e 28 luglio, divertirvi e ballare a HOLI, il festival dei colori, il 31 agosto. Al Magnolia dal 14 al 17 agosto c’è la festa della birra: certo, la birra costa, ma almeno paghi solo ciò che bevi e non paghi l’ingresso. Il 25 agosto Viva Las Vegan, per conoscere un po’ meglio il mondo vegano. In ogni caso, ogni anno la lista di eventi e feste che vi terranno compagnia è infinita!

Spulciare il calendario di un circolo ARCI

Ci sono molti altri circoli ARCI a Milano e spesso basta avere la tessera di iscrizione annuale per poter partecipare, tutto l’anno, a concerti ed eventi di ogni tipo. Vi consiglio l’ARCI Bellezza, con la famosa sede della Lombarda, la palestra di pugilato che è stata la scenografia del film Rocco e i suoi fratelli di Luchino Visconti, ora sede di eventi e concerti e La Scighera.

Le Gallerie d’Arte e gli studi

Le gallerie d’arte contemporanea a Milano non mancano: Lia Rumma in via Stilicone 19, la sede milanese della gallerista napoletana, molto più simile a un museo che a una galleria, Lisson Gallery in via Zenale 3, Francesca Minini in via Massimiano 25 oltre alla famosissima Galleria Carla Sozzani presso 10 Corso Como.

SPORT E NATURA

L’Orto Botanico di Brera

Piccolo angolo di pace proprio dietro la Pinacoteca di Brera, l’Orto Botanico è uno di quei posti che permettono ancora di stupirsi di Milano. Nato con finalità didattiche, conserva ancora oggi lo scopo per cui fu fondato nel 1700 attraverso targhette che permettono di riconoscere le varie specie botaniche presenti. Le panchine disseminate lungo i vialetti lo rendono un luogo speciale in cui fermarsi a leggere, rilassarsi e ammirare la natura circostante, in un silenzio difficile da trovare in città.

Una passeggiata nei parchi

parchi dog-friendly milano
Boscoincittà – © Francesca Noè

Milano è molto meno grigia di come viene spesso dipinta: non mancano parchi e aree verdi per tutti i gusti, che vogliate correre, fare un pic-nic o semplicemente riposarvi all’ombra in cerca di refrigerio. I nostri preferiti? Impossibile non citare Parco Sempione, l’immenso polmone verde di Milano, e i Giardini di Porta Venezia, tutti da scoprire. Nella nostra classifica non mancano nomi meno blasonati, ma ugualmente affascinanti, come il curatissimo Parco di Villa Litta con la sua biblioteca e i deliziosi Giardini della Guastalla. I più periferici Boscoincittà Parco delle Cave consentono una mini fuga da Milano: sono immensi e permettono di svolgere tantissime attività. Il bellissimo Giardino della Villa Belgiojoso Bonaparte, proprio dietro la Galleria d’Arte Moderna, è forse il parco più curioso di Milano: l’ingresso è riservato ai bambini fino ai 12 anni e gli adulti possono entrare solo in qualità di accompagnatori.

Un giro all’Idroscalo tra sport e natura

L’Idroscalo, soprattutto in estate, è una bella valvola di sfogo per i milanesi. Se farci il bagno non vi convince, potete comunque approfittare del prato per improvvisare un pic-nic o stendere il telo e sentirvi (un pochino) in vacanza. Ci sono numerose attività disponibili, a pagamento, come le piscine, il Villaggio dei Bambini e il maneggio, ma potete anche approfittare gratuitamente delle zone attrezzate per allenarvi all’aperto, dell’area street per lo skate, del percorso di mountain bike, dell’ampia area cani per fare un giro diverso dal solito, del Laghetto delle Vergini per immergervi nella natura, della zona per bambini Aulì Ulè. Trovate tutte le informazioni sul sito ufficiale.

Giocare o allenarsi nei parchi

Il campetto nei giardini di via Palach
Il campetto nei giardini di via Palach – © Francesca Noè

A Milano per fortuna ci sono sempre più zone attrezzate per allenarsi, all’interno dei parchi, ma anche campetti gratuiti: oltre ai famosi campetti da basket nel Parco Sempione e in via Dezza, in zona Certosa potete giocare a basket sia nel campetto di piazzale Accursio che di via Sapri, in periferia Sud potete giocare sia a basket che a calcio in via Palach nel Parco Cascina Caimera, a nord est invece immancabile il campetto di piazzale Aspromonte – su questo sito tutti gli indirizzi. Segnalo inoltre la zona dedicata al calisthenics nel parco di Porta Venezia, il Monte Stella sia per correre che per allenarsi, l’area super attrezzata alla Biblioteca degli alberi e questi altri indirizzi.

Un giro in bicicletta sulla Martesana

 ciclabile della Martesana
L’inizio della ciclabile della Martesana – © Francesca Noè

Anche noto come il Naviglio Piccolo, il Naviglio della Martesana collega Milano con il fiume Adda ed è quasi tutto percorribile in bicicletta, su un percorso semplice e adatto a tutti. Partite dalla Cassina de’ Pomm (ora sede della Birreria de La Buttiga) in via Melchiorre Gioia, e passerete per Cologno Monzese, Vimodrone, Cernusco sul Naviglio, Cassina dei Pecchi, Bussero, Gorgonzola, Gessate, Inzago e Cassano d’Adda. Troverete sulla strada fontanelle e punti ristoro, per una giornata diversa dal solito!

Giocare a carte o a bocce al Parco Nord

Ma chi lo dice che giocare a carte o a bocce al parco non sia bello anche se si è giovani? Il Parco Nord è un polmone verde fondamentale per tutta la provincia e la parte nord di Milano e, oltre a essere stupendo per passeggiare, correre o allenarsi, ha anche una bocciofila e alcuni tavoli attrezzati e liberi per giocare a carte. Sono sicura vi divertirete! Sul sito ufficiale trovate tutte le informazioni pratiche.

Se questi consigli su cosa vedere e cosa fare a Milano gratis non vi avessero convinto, date un’occhiata alle categorie cultura ed eventi per tanti altri spunti!