Rizzo è uno dei posti che ho frequentato di più nel 2017, perchè lo amo. Ci vado quasi tutti i giorni a colazione, perchè è sotto casa, ma ci andrei spessissimo anche se fosse lontano. Le brioches di produzione propria (come quasi tutto qui), la ottima caffetteria, l’atteggiamento coccoloso, l’acqua sempre compresa e il servizio al tavolo senza sovrapprezzo. Sono stata una volta a pranzo, con il menù “ufficio”, e finalmente io e Nahuel ci siamo concessi qui una cena: non ci trovavamo così bene in un ristorante da tanto tempo.

Il motivo, anzi i motivi, sono semplici: è difficile trovare un buon ristorante italiano a Milano, mentre ormai proliferano cinesi, giapponesi e chi più ne ha più ne metta; è difficile trovare un posto a gestione familiare (ma con estrema professionalità), con una cucina raffinata ma con un tocco casalingo e con quel servizio personale, con quelle coccole che ti fa solo chi ha passione per il proprio mestiere.

rizzo come a casa milano

rizzo come a casa milano rizzo come a casa milano

Rizzo Come a Casa è davvero “come a casa”. Lo capisci subito, già a colazione: qui tutto è di propria produzione, le brioches escono direttamente dal forno e vengono farcite di prima mattina (a volte c’è un secondo giro anche a metà mattinata). Quando scegli la tua preferita (tra una scelta incredibile che comprende crema, cioccolato, vari tipi di marmellate anche con impasto integrale, miele, chantilly e altro), ordini caffè o cappuccio e ti siedi comodamente. Ti viene portato tutto, sempre accompagnato da bicchiere d’acqua e biscottini extra. In due (due cappucci e due brioches) la colazione costa 5€, a volte con brioches extra lasciata in regalo. Ormai è difficile spendere 5€ anche con le brioches congelate, e un rapporto qualità prezzo così onestamente a Milano non l’ho trovato in nessun altro posto. Ulteriore nota di merito: i ragazzi che lavorano qua sono bravissimi, professionali, solari e gentili.

rizzo come a casa milano

Sono venuta una volta a pranzo, quando il menù del giorno si presta alla pausa dei nuovi uffici che stanno sorgendo in zona Certosa. Non sto neanche a dire quanto sia sempre pieno, perchè una perla così in zona è qualcosa di speciale e incredibile, un valore aggiunto a Rizzo, perchè funzionare in un quartiere centrale o in una via di passaggio è una cosa, ma proporre una cucina di livello e tanta cura e avere persone che vengono in via Varesina apposta per mangiare da loro, beh può farti immaginare la loro bravura. Meritevole inoltre di aver reso questa zona del quartiere Certosa più bella e vivibile: noi che viviamo qua sopra ci rendiamo conto di quanto questo sia un punto di ritrovo che ha avuto un impatto davvero positivo.

rizzo come a casa milano

Il menù a 10€ comprende un primo piatto, acqua, caffè e sempre un assaggino di dolce e frutta: qui non si lesina mai sugli “extra” ed è impossibile uscire affamati o insoddisfatti. A 12€ invece si sostituisce il primo con il secondo e a 15€ si può avere il menù completo. Ma arriviamo alla cena, che ci ha lasciati felici come due bimbi. Si va a mangiare fuori per il cibo, a volte magari si esce soddisfatti dallo stesso, ma quante volte possiamo dire di uscire “felici” a 360 gradi da un ristorante? È che a influenzare la serata ci sono altri fattori: il servizio, la compagnia, la resa rispetto alla spesa, la sensazione di essere benvoluti e in definitiva coccolati. Da Rizzo siamo usciti felici. La sensazione non è di essere spremuti come limoni, di avere ansia a ordinare una seconda bottiglia di acqua perchè te la mettono 4€, di non sapere cosa ti arriva come dolce (spesso, o quasi sempre, non di produzione propria e a prezzi folli). È un posto rilassante, in cui staccare la spina e godersi la serata.

rizzo come a casa milano rizzo come a casa milano

Abbiamo preso uno gnocco fritto condiviso: ad accompagnarlo, tagliere di salumi ottimi e saporiti, una burrata super e delle zucchine sott’olio – ovviamente fatte in casa. Siamo passati ai primi, tutti piatti di pasta fresca, ancora una volta fatta in casa. Scialatielli ai frutti di mare per me, spaghetti cacio e pepe per Nahuel. I piatti sono porzioni abbondanti, sia nella quantità di pasta che di condimento: gamberi (quelli veri, con la coda), cozze, vongole, moscardini, cannolicchi. Il menù è come piace a me: pochi piatti selezionati, alcuni di carne, alcuni di pesce, tutti freschi e fatti benissimo. La scelta incredibile è invece sui dolci: un intero tavolo di torte fatte in casa + un frigo pieno + creme varie a guarnire. E quando hai finito, arriva un secchiello di ghiaccio con mirto o limoncello e frutta, ovviamente offerti. Ah, anche due calici di vino sono stati offerti, perchè che fai, pasteggi solo con acqua?

rizzo come a casa milano rizzo come a casa milano rizzo come a casa milano rizzo come a casa milano

Poi siamo andati a pagare, e siccome di extra ce ne avevano dati pochi, ci hanno lasciato un sacchettino con dei biscottini (che conosciamo bene, sia io che Nahuel che Patola, perchè li mangiamo sempre a colazione). Tutto questo? A 64€ (noi un pochino meno, grazie a un apprezzatissimo sconto da cliente affezionato). L’ambiente è molto fresco, l’atmosfera è leggera, la professionalità si percepisce. L’arredamento in stile Shabby sui toni del bianco, un po’ vintage grazie alle dispense con i prodotti esposti. C’è un tocco personale in tutto. Rizzo si chiama Come a Casa, perchè di fatto si viene trattati come ospiti in una casa. Ed è uno di quei posti che quando scopri ti devi tenere stretto, strettissimo. 

Rizzo Come a Casa
Sito ufficiale
Via Varesina, 163
Lun: 7:00 – 15:00
Mar-Ven: 7:00 – 15:00 e 19:30 – 22:30
Sab:  7:00 – 12:00 e 19:30 – 22:30